UroNav Fusion Biopsy System per la diagnosi del tumore alla prostata

UroNav Fusion Biopsy SystemUroNav Fusion Biopsy System è un nuovo strumento grazie al quale è possibile diagnosticare il tumore alla prostata. In diverse occasioni si è visto che non sempre la biopsia prostatica permette l’individuazione di un cancro. Per questo motivo, alcuni ricercatori hanno sviluppato UroNav Fusion Biopsy System che, basato su una nuova tecnologia, è in grado di far comprendere con maggiore precisione la condizione del paziente. Questo innovativo strumento è frutto di una collaborazione tra Invivo, filiale di Philips Healthcare, ed il National Institutes of Health. Il nuovo sistema UroNav combina l’imaging MRI con gli ultrasuoni, permettendo così, a differenza della comune biopsia, una rappresentazione 3D dell’organo della prostata. Sulla base di una sperimentazione clinica, si è scoperto che il sistema UroNav è in grado di individuare tra il 37 ed il 45% di tumori alla prostata in più rispetto alla normale biopsia. La combinazione di entrambe le tecnologie permette di localizzare ed esaminare diverse aree specifiche della prostata. L’unico disagio è che questa tecnica prevede l’inserimento di una sonda nel retto del paziente. UroNav consente ai medici di monitorare lo sviluppo della malattia e di scegliere il tipo di trattamento tra un maggior numero di opzioni. In otto anni di studi pre-clinici e clinici condotti presso il National Institutes of Health a Bethesda, Maryland, sono stati rilevati ben 900 nuovi casi di cancro alla prostata. Con questo nuovo strumento è possibile diagnosticare precocemente e con maggiore precisione questo terribile tumore.