Troppo sale fa male col passare del tempo può risultare dannoso

Seguire una dieta con troppo sale fa male , col passare del tempo, può risultare dannoso per la nostra salute. Col passare degli anni i cibi salati possono danneggiare i vasi sanguigni e causare l’ipertensione. Quest’ultima, cioè l’alta pressione sanguigna, può contribuire a far insorgere un’insufficienza cardiaca, un ictus o un’insufficienza renale.

Uno studio ha monitorato per anni lo stato di salute di circa 5.500 persone che presentavano all’inizio una pressione sanguigna normale. I ricercatori hanno scoperto che, con il passare degli anni, in molti di loro la quantità di acido urico e di albumina nelle urine, marcatori dei danni dei vasi sanguigni, aumentava.

Questo dimostrava che queste persone avevano più probabilità di sviluppare l’ipertensione nel caso in cui avessero continuato a seguire una dieta ricca di sale. Non aggiungere il sale sui cibi, inoltre, non garantisce di averne assunto poco in quanto molti cibi congelati ne contengono una quantità elevata.

E’ preferibile leggere prima le etichette informative. E’ importante cercare di non assumere troppo sale finchè si è in tempo perché vari studi dimostrano che, una volta danneggiati i vasi sanguigni e causata la pressione alta, ridurre il sodio nell’alimentazione non può più servire a molto. Cercate di diminuire la quantità di sale nei cibi poco alla volta.

Vedrete che piano piano vi abituerete e non sentirete più la differenza. Evitate anche di fumare, cercate di mantenere un peso sano ed il colesterolo basso e controllatevi regolarmente la pressione. Troppo sale fa male e’ in gioco la vostra salute!