Problemi di pelle, come riconoscere i vari segnali

Problemi di pelle

Problemi di pelle, come riconoscere i vari segnali di questo importante organo.

La pelle è un organo a tutti gli effetti ed è soggetta a vari problemi che suggeriscono alcune condizioni di salute. La pelle ha funzioni fondamentali per il corpo, ad esempio si occupa della termoregolazione, funge da barriera protettiva contro i batteri ed effettua il passaggio di informazioni dal corpo al cervello (dolore, pressione, ecc.). Inoltre, ha la capacità di segnalare diversi problemi o condizioni mediante variazioni fisiche o di colore. Di seguito vengono riportati i principali problemi di pelle e la loro interpretazione:

  • pelle giallastra, palmi delle mani e piante dei piedi tendenti all’arancio; questi sintomi sono tipici della “carotenemia”, una condizione che può essere il segnale di una disfunzione tiroidea (ipotiroidismo) che fa aumentare i livelli di betacarotene in circolo nelle vene;
  • eruzioni cutanee del dopo sole; se dopo un’esposizione solare si sviluppano delle eruzioni cutanee, c’è la minima possibilità di essere allergici ai raggi solari, oppure, una maggiore possibilità di aver assunto farmaci che hanno aumentato la fotosensibilità della pelle (diuretici, antidepressivi, antiacne, antistaminici);
  • linee lunghe e scure sui palmi delle mani; questi segnali possono indicare un disordine endocrino, un’insufficienza surrenalica o Morbo di Addison (malattia rara, cronica e potenzialmente letale causata dall’incapacità delle ghiandole surrenali di produrre una quantità sufficiente di cortisolo, un ormone essenziale per l’organismo); quindi, se si soffre di questa malattia, si ha la pressione bassissima e non si riesce a stare in piedi, è preferibile farsi prescrivere delle analisi per misurare i livelli di cortisolo;
  • vene ingrossate e blu che affiorano sulle gambe; le “vene varicose”, mentre per alcuni possono risultare solo un fastidioso inestetismo, per altri sono invece fonte di dolori e crampi e possono compromettere la voglia di camminare;
  • lividi sulle gambe; possono comparire in caso di diabete; il diabete, infatti, aumenta la probabilità di una comparsa di lividi, anche ruvidi e squamosi, sulle gambe; questo perché la malattia danneggia fortemente i capillari ed i vasi sanguigni; gli altri sintomi del diabete sono stanchezza, sete, minzione frequente e visione offuscata;
  • eritema molto persistente; la presenza di una dermatite erpetiforme su avambracci, ginocchia, glutei, schiena e viso può suggerire un’allergia al glutine; in questo caso, si consiglia di effettuare un test della celiachia;
  • chiazze violacee tendenti al rosso; molto probabilmente si tratta di “porpora di Schonlein-Henoch” (PSH), una patologia che colpisce la pelle e che si manifesta con la comparsa di macchie colorate (rosso vivo o scuro, bluastro) e di diverse dimensioni su tutto il corpo; questa malattia della cute è causata dalla fuoriuscita di sangue dai piccoli vasi sanguigni presenti sottopelle; le cause possono essere molteplici, da un disturbo alla coagulazione fino allo scorbuto (carenza di vitamina C); dopo i 65 anni di età, la comparsa di questo disturbo è normale perché col passare del tempo la pelle tende progressivamente ad assottigliarsi; in caso di comparsa di macchie di questo tipo, è preferibile consultare un chirurgo vascolare;
  • prurito intenso, ma non accompagnato da arrossamenti; se questo fenomeno è diffuso in tutto il corpo e la pelle non presenta alcun segno, si consiglia di effettuare degli accertamenti perché potrebbe essere uno dei primi sintomi del , un tumore che colpisce i linfonodi; la prima cosa da fare è controllare se i linfonodi del corpo risultano o meno ingrossati;
  • pallore e unghie blu; questo potrebbe essere il sintomo di una grave anemia e di una forte carenza di ferro nel sangue; questo pallore può interessare anche le labbra, le gengive o la parte interna degli occhi; altri sintomi possono essere mal di testa, vertigini ed affaticamento; è consigliabile effettuare delle analisi ed aumentare il consumo di carne rossa, tuorli d’uovo e frutta secca;
  • arrossamenti e formicolii vari solo da un lato del viso o del corpo; questi sintomi sono tipici del cosiddetto “Fuoco di Sant’Antonio” (herpes zoster), una patologia virale a carico della pelle e delle terminazioni nervose che si manifesta con la comparsa di eruzioni cutanee e forte dolore sul torace o sulla schiena; a volte, queste eruzioni possono interessare anche il viso, il contorno degli occhi, l’interno della bocca, un braccio o una gamba; di solito, i sintomi interessano un solo lato del corpo.