N-acetilcisteina, un potente antiradicale libero

Nacetilcisteina

Il NAC o n-acetilcisteina è un potente antiradicale libero che penetra nelle cellule e rallenta il processo di invecchiamento.

Questo antiossidante agisce nel cervello, nei reni, nel fegato, nei polmoni, nella pelle e nel midollo osseo e permette di trattare numerosissime condizioni di salute:

  • utilizzato come antimucolitico, libera i polmoni, cura le polmoniti, le bronchiti acute e croniche e le infezioni polmonari; inoltre, mantiene umide le membrane del sistema respiratorio; è consigliato soprattutto ai fumatori;
  • permette di trattare la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), la febbre da fieno, una malattia polmonare chiamata alveolite fibrosante ed il cancro ai polmoni;
  • l’integrazione di NAC è utile all’organismo per la sintesi del Glutatione, il più potente ed importante fra gli antiossidanti prodotti dall’organismo;
  • detossifica il corpo da tutti i metalli pesanti tossici;
  • viene utilizzato per contrastare gli effetti dell’acetaminofene (Tylenol) e per ridurre la tossicità di ifosfamide e doxorubicina, farmaci che vengono utilizzati per il trattamento del cancro;
  • viene usato per trattare il dolore al petto (angina instabile), l’enfisema, la fibrosi cistica, l’ostruzione del condotto della bile nei bambini, la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), il Morbo di Alzheimer, le reazioni allergiche al farmaco anti-sequestro fenitoina (Dilantin) e l’infezione oculare chiamata cheratocongiuntivite;
  • è utile per ridurre la quantità di un tipo di colesterolo chiamato lipoproteina (a), i livelli di omocisteina (un possibile fattore di rischio per le malattie cardiache) ed il rischio di infarto e ictus nei pazienti con gravi malattie renali;
  • viene usato anche per il trattamento di alcune forme di epilessia;
  • aiuta a curare le infezioni dell’orecchio, la sindrome da stanchezza cronica (CFS), una malattia autoimmune chiamata sindrome di Sjogren;
  • previene o tratta le complicanze della dialisi renale, delle lesioni sportive e della radioterapia;
  • aumenta l’immunità per l’influenza H1N1 e l’influenza suina;
  • previene i danni al fegato provocati dall’alcol;
  • protegge l’organismo dagli inquinanti ambientali, tra cui il monossido di carbonio, il cloroformio, gli uretani ed alcuni erbicidi;
  • è un utile rimedio contro la sbornia;
  • previene i danni renali causati da alcuni coloranti dei raggi X e contrasta il virus dell’immunodeficienza umana (HIV);
  • viene utilizzato per trattare l’avvelenamento da acrilonitrile, l’insufficienza renale in presenza di una malattia epatica (sindrome epatorenale), il dolore toracico e gli attacchi di cuore;
  • aiuta a prevenire l’insufficienza multiorgano;
  • previene il cancro.

Fonte: articolo