Moringa, proprietà e benefici di questa pianta

La moringa

La moringa, le sue proprietà ed i suoi benefici permettono di tutelare la salute generale dell’organismo.

Tutte le parti della moringa, infatti, contengono nutrienti essenziali ricchi di proprietà e molto benefici che sono in grado di trattare numerose condizioni di salute e di proteggere il corpo dalle malattie.
In particolare, la moringa è in grado di:

  • curare diverse infiammazioni, come la gotta;
  • abbassare la febbre;
  • fornire energia;
  • rafforzare il sistema immunitario;
  • curare l’artrite reumatoide;
  • combattere i tumori; uno studio ha dimostrato che la moringa è in grado di uccidere fino al 97% delle cellule tumorali pancreatiche;
  • fornire all’organismo numerosi nutrienti essenziali; questa pianta contiene importanti quantità di minerali, proteine, vitamine, beta-carotene, aminoacidi e di vari composti fenolici; inoltre, fornisce una ricca e rara combinazione di zeatina, quercetina, beta-sitosterolo, acido caffeilchinico e kaempferol;
  • stimolare la funzione cardiaca ed il sistema circolatorio;
  • abbassare i livelli del colesterolo nel sangue;
  • trattare diverse condizioni di salute, grazie alle sue proprietà antipiretiche, antiepilettiche, antinfiammatorie, antiulcere, antispasmodiche, diuretiche, antipertensive, antiossidanti, antidiabetiche, epatoprotettive, antibatteriche e antimicotiche;
  • alleviare il mal di testa; basta strofinare le foglie di moringa sulle tempie;
  • arrestare l’emorragia provocata da un taglio poco profondo; basta applicare sulla ferita un impacco preparato con le foglie di moringa fresche;
  • trattare le ferite e le punture di insetti, sempre grazie all’applicazione di questa pianta sulla zona interessata;
  • trattare le malattie batteriche e fungine della pelle;
  • trattare le ulcere gastriche e la diarrea con il tè preparato con le foglie di moringa;
  • curare la malnutrizione, grazie al suo alto contenuto di proteine e di fibre;
  • trattare le infezioni febbrili, la bronchite e le infiammazioni di occhi, orecchie e della membrana della mucosa;
  • combattere l’anemia, grazie al suo alto contenuto di ferro;
  • trattare le malattie della pelle, come lo scorbuto, con la polvere ottenuta dai suoi semi;
  • migliorare la qualità ed il flusso del latte materno durante l’allattamento, grazie al succo ottenuto dai suoi fiori;
  • incoraggiare la minzione, sempre con il succo dei suoi fiori;
  • rilassare in caso di epilessia;
  • trattare i reumatismi, i crampi, le malattie sessualmente trasmissibili, i foruncoli, il mal di schiena, l’asma, la disfunzione erettile ed i problemi dello stomaco, del fegato, della prostata e della vescica.

Fonte: articolo