La giusta nutrizione in caso di distorsioni, stiramenti e fratture

La nutrizione è fondamentale per la guarigione da distorsioni, stiramenti e fratture. Il dolore sta ad indicare l’indebolimento od il ferimento di una zona del nostro corpo e solo con l’assunzione delle giuste sostanze nutritive è possibile curare l’organismo. Prima di tutto è importante comprendere la differenza tra muscoli e legamenti. Mentre i primi sono strutture molto forti che usufruiscono di un grosso apporto di sangue interno ed esterno, i secondi sono tessuti molto piccoli per i quali l’apporto di sangue interno ed esterno risulta essere molto scarso.

Questo spiega perché i muscoli tendono a guarire rapidamente senza quasi mai causare problemi a lungo termine. I legamenti, invece, sono molto più delicati e guariscono molto lentamente o solo parzialmente, dando spesso vita ad infortuni cronici. All’interno delle articolazioni, i legamenti collegano le ossa tra loro fornendo la stabilità della giuntura. Essi contengono tre tipi di collagene che, in caso di infortunio, devono avere il tempo e le sostanze nutritive giuste per ricostruire il legamento.

Il collagene si forma con la combinazione di vitamina C con due aminoacidi, la lisina e la prolina. Per ottenere la guarigione l’infortunato deve prima di tutto perdere peso in modo da ridurre lo sforzo sostenuto dalle articolazioni e dai legamenti. Inoltre, deve eliminare il più possibile gli zuccheri, che ostacolano il sistema immunitario, responsabile della guarigione. E’ inutile sottolineare quanto le vitamine ed i minerali siano indispensabili:

la bromelina, ad esempio, riduce il dolore e l’infiammazione ed aiuta la guarigione;

la vitamina C è fondamentale per poter guarire;

le vitamine B6 e B12 sono essenziali per mantenere i vostri tendini e legamenti perfettamente funzionanti; la vitamina B6 è necessaria per il trattamento dei carboidrati e delle proteine e per la produzione dei globuli rossi; la carenza di questa vitamina può portare ad anemia, disturbi neurologici e insonnia; la si può trovare nel manzo, nel tacchino, nel pollo, nel maiale, nel tonno, nei ceci, nel riso integrale, nelle banane, nell’aglio e nella maggior parte dei cereali da colazione; la carenza di vitamina B12, invece, tende a ridurre i riflessi della persona e questo si verifica soprattutto con il passare degli anni; le principali fonti di questa vitamina sono i frutti di mare, il formaggio, le uova, il fegato ed i tagli magri di agnello, manzo, vitello, alce, tacchino, anatra e oca;

il magnesio aiuta a rilassare i muscoli ed a conservare una buona resistenza; le carenze di magnesio possono causare crampi muscolari e torpore; ne contengono una buona quantità lo sgombro, gli spinaci cotti, i cereali per la colazione, la crusca e le mandorle;

lo zinco è un minerale necessario per la sintesi proteica, la divisione cellulare e la sintesi corretta del DNA; contribuisce ad assicurare la giusta guarigione ed a ritornare attivi; si può trovare nello yogurt, nella frutta secca, nei legumi, nei semi di soia, zucca e girasole, nel riso, negli spinaci, nel mais, nei funghi e nei derivati del pomodoro;

il manganese è essenziale per la costruzione del collagene, il principale componente dei legamenti e dei tendini; sono fonti di manganese le noci, il tè, le vongole, la pasta ed il pane integrale, la pastinaca, le cime di rapa, la lattuga, i cavoli, le barbabietole, i broccoli, i cavolfiori, gli spinaci, i derivati del pomodoro, i mirtilli e le fragole.