La Digossina per combattere il cancro alla prostata

La digossinaRecentemente è stato scoperto che la Digossina può aiutare a combattere il cancro alla prostata. Secondo alcuni ricercatori, questo farmaco, comunemente utilizzato per trattare l’insufficienza cardiaca, è in grado di bloccare la progressione di questo terribile tumore abbassando i livelli dell’HIF-1, una proteina essenziale per lo sviluppo della malattia. Sembra che l’assunzione quotidiana di Digossina possa addirittura ridurre del 50% il rischio di cancro alla prostata. Questo farmaco, composto da sostanze chimiche derivate da una pianta da fiore molto nota in Gran Bretagna (“foxgloves”), ha anche un costo piuttosto basso. L’HIF-1, la proteina che viene bloccata dalla Digossina, è vitale per le cellule maligne in quanto controlla la crescita dei nuovi vasi sanguigni che alimentano il tumore con l’ossigeno ed i nutrienti di cui necessita. Già nel 2011, un altro studio aveva dimostrato che la Digossina è in grado di trattare il cancro al seno. I ricercatori della University of Washington School of Medicine e del Centro di ricerca sul cancro Fred Hutchinson hanno esaminato le cartelle cliniche di poco più di 1.000 uomini con diagnosi di cancro alla prostata tra il 2002 e il 2005. Hanno, inoltre, verificato quali di loro assumessero Digossina per problemi cardiaci prima di sviluppare il cancro. Alla fine della ricerca, hanno scoperto che i pazienti che assumevano questo farmaco avevano una probabilità del 42-56% inferiore di sviluppare un cancro alla prostata. Questi risultati supportano la crescente convinzione che la Digossina sia un potenziale antitumorale. Occorrono, comunque, ulteriori studi, da condurre su un numero di uomini molto più ampio, per verificare l’efficacia di questo farmaco.

http://www.dailymail.co.uk/health/article-2557562/One-pound-month-drug-HALVE-risk-prostate-cancer-Heart-failure-medication-stops-cancer-cells-growing.html