L’Informatica può migliorare il trattamento del cancro alla prostata

In Australia, gli scienziati della NICTA utilizzeranno l’informatica per migliorare il trattamento del cancro alla prostata. Attraverso analisi computazionali, essi riusciranno a comprendere meglio i dati genomici dei pazienti e, di conseguenza, a stabilire il trattamento più adatto alle loro condizioni. Ciò significa che i medici saranno in grado di distinguere i tumori non pericolosi da quelli letali. Le tecniche innovative della NICTA sono finalizzate ad analizzare le informazioni genetiche dei pazienti affetti da un tumore alla prostata in modo da fornire loro il trattamento migliore. In Australia, quasi 20.000 uomini ogni anno sviluppano un cancro alla prostata. Sebbene la maggior parte di loro riesca a sopravvivere, circa 3.300 muoiono per questa malattia. Il problema è che i medici non potevano realmente comprendere il grado di pericolosità del tumore. Ora, invece, attraverso l’informatica, verranno monitorati i cambiamenti molecolari delle cellule dei pazienti affetti da cancro della prostata e ciò renderà tutto più semplice. Lo studio mira a rilevare solo ciò che accade a livello molecolare durante il trattamento e ciò richiede l’analisi continua dei cambiamenti riportati progressivamente dal tumore e dal tessuto sano del paziente e la raccolta di un’enorme quantità di informazioni relative alla trascrizione genica, all’attività genica ed alla struttura del DNA. Ciò equivale a terabyte di dati. I ricercatori della NICTA stanno ora cercando di estrarre le informazioni più significative da questa valanga di dati e, per questo, stanno sviluppando nuovi algoritmi con cui raggiungere il loro obiettivo.