Il resveratrolo per combattere il cancro alla prostata

Il resveratrolo potrebbe aiutare a combattere il cancro alla prostata. Sembra che questo composto, ottenuto dalle bucce dell’uva rossa, sia in grado di uccidere le cellule tumorali della prostata. Il resveratrolo ha già dimostrato in passato di avere diversi effetti benefici sulla salute umana, prevenendo le malattie cardiovascolari e l’ictus. L’ultima ricerca condotta dagli scienziati dell’Università del Missouri ha permesso ci capire che questo composto può rendere le cellule tumorali della prostata più sensibili, oltre che alla chemioterapia, anche alla radioterapia. Le cellule tumorali della prostata contengono bassi livelli delle proteine perforina e granzyme B, sostanze che potrebbero aiutare l’eliminazione della malattia. Introducendo il resveratrolo nelle cellule tumorali della prostata è stato possibile eliminarne il 97% con la radioterapia, risultato che non si poteva ottenere solo con il trattamento. Questo importante composto si può trovare anche in molti altri alimenti naturali, ma il dosaggio necessario è così alto che molte persone potrebbero andare incontro a degli spiacevoli effetti collaterali.

L’assunzione di cibi contenenti resveratrolo non permette alle cellule tumorali di accumulare la dose necessaria per rendere efficace la terapia. L’obiettivo dei ricercatori, adesso, è quello di individuare, attraverso una sperimentazione sugli animali, la procedura migliore con cui somministrare questo composto nel corpo umano. Una volta raggiunto lo scopo, la medicina potrebbe avvalersi di un nuovo ed efficace strumento grazie al quale poter sconfiggere uno dei mali più aggressivi del pianeta!