I pomodori possono ridurre il rischio di un ictus ischemico

Seguire una dieta ricca di pomodori può ridurre sensibilmente il rischio di un ictus ischemico. Questa è la conclusione a cui sono giunti dei ricercatori dopo aver condotto uno studio a lungo termine. I pomodori sono ricchi di licopene, un antiossidante che, secondo gli scienziati, riduce il rischio di malattie cardiache. Un gruppo di ricercatori ha seguito le abitudini alimentari di più di 1.000 uomini finlandesi che sono stati poi divisi in quattro gruppi in base alla quantità di licopene misurata nel loro sangue all’inizio dello studio.

Dopo più di 12 anni hanno scoperto che coloro che avevano assunto più licopene, presentavano una riduzione del rischio di ictus del 55%. Secondo questi studiosi il licopene può ridurre sensibilmente il rischio di ictus in quanto protegge le cellule umane dagli effetti dannosi dei radicali liberi. Questi ultimi sono molecole nocive prodotte dalla rottura dei cibi e dalle sostanze tossiche ambientali quali il fumo di tabacco e le radiazioni.

Il licopene è una sostanza presente nella frutta e nella verdura che dona loro un colore rosso vivo o arancione. Oltre ai pomodori, contengono licopene i peperoni rossi, la papaya e l’anguria. Altri studi devono comunque essere ancora condotti al riguardo e devono essere ripetuti in altri paesi del mondo ed interessare anche le donne. Ciò è necessario per poter confermare l’affidabilità dei risultati ottenuti dallo studio svolto in Finlandia.