I pinoli, piccoli semi dolci e benefici

I pinoli

I pinoli sono piccoli semi dolci e benefici. Essi, infatti, sono una buona fonte di diversi nutrienti essenziali molto utili all’organismo, come composti fitochimici, vitamine, minerali ed antiossidanti. Inoltre, solo 100 g di pinoli secchi contengono 673 calorie. Questo può aiutare le persone a prendere peso e ad ottenere l’energia necessaria per svolgere le attività quotidiane.
Mangiare pinoli è importante perché:

  • l’elevato contenuto calorico è dovuto alla presenza di grandi quantità di acidi grassi mono-insaturi, come l’acido oleico; quest’ultimo aiuta ad abbassare il colesterolo LDL (“colesterolo cattivo”) e ad aumentare il colesterolo HDL (“colesterolo buono”); diversi studi suggeriscono che la dieta mediterranea, basata sul consumo di alimenti ricchi di acidi grassi monoinsaturi, vitamine ed antiossidanti, aiuta a prevenire le malattie coronariche e l’ictus;
  • i pinoli contengono l’acido pinolenic, un acido grasso omega-6 che è in grado di ridurre l’appetito e favorire la perdita di peso;
  • sono un’ottima fonte di vitamina E (circa il 62% di RDA), un potente antiossidante liposolubile che mantiene l’integrità della membrana cellulare delle mucose e della pelle e la protegge dai radicali senza ossigeno dannosi;
  • sono senza glutine e, quindi, sono un alimento ideale per le persone allergiche e celiache;
  • sono un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, come la tiamina, la riboflavina, la niacina, l’acido pantotenico, la vitamina B-6 (piridossina) ed i folati; queste vitamine funzionano come cofattori per gli enzimi del metabolismo del substrato cellulare all’interno del corpo;
  • contengono manganese, potassio, calcio, ferro, magnesio, zinco e selenio; il manganese è un importante co-fattore per l’enzima antiossidante superossido dismutasi; ciò significa che i pinoli aiutano il corpo a sviluppare una resistenza contro gli agenti infettivi e ad eliminare i radicali senza ossigeno dannosi;
  • l’olio ricavato dai pinoli contiene diversi componenti chimici, come il borneolo, l’acetato di bornile, l’alfa-fellandrene, il beta-fellandrene, l’alfa-pinene ed il beta-pinene; questi composti aiutano a tutelare la salute della pelle e vengono spesso utilizzati in aromaterapia e nell’industria farmaceutica e cosmetica.

Fonte: articolo