Esiste un legame tra obesità e insonnia

Gli studiosi affermano che l’obesità può causare l’insonnia e che la perdita di peso, a prescindere che sia ottenuta attraverso una dieta alimentare o l’esercizio fisico, può migliorare la qualità del sonno delle persone. Per lo studio, il team di ricerca ha seguito 77 soggetti, in sovrappeso o obesi con diabete di tipo 2 o pre diabete, per sei mesi. I partecipanti hanno compilato periodicamente dei sondaggi relativi alla loro qualità del sonno, specificando problemi come l’apnea notturna, l’affaticamento, l’insonnia, il sonno agitato, il sonno eccessivo e l’uso di sonniferi. Il team ha anche misurato il loro indice di massa corporea (BMI) per monitorare i loro cambiamenti di peso. I partecipanti sono stati poi divisi in modo casuale in due gruppi: un gruppo ha seguito una dieta dimagrante e fatto regolare esercizio fisico supervisionato, mentre il secondo ha solo seguito una dieta.

Solo 55 dei 77 volontari hanno completato tutte le fasi dello studio ed entrambi i gruppi hanno perso peso e grasso sulla pancia. Inoltre, tutti i partecipanti hanno riscontrato un miglioramento del 20% della loro qualità del sonno. Alcuni ricercatori affermano che il grasso della pancia è particolarmente preoccupante in quanto può essere metabolicamente dannoso per la salute dell’uomo, visto che produce proteine che causano un’infiammazione. Ciò significa che se si riduce la quantità di grasso presente sulla pancia, si riduce anche il rischio di malattie cardiache.

L’infiammazione prodotta da questo grasso aumenta il lavoro dei vasi sanguigni ed interferisce con i normali processi fisiologici del corpo umano, portando alla fine all’obesità ed all’affaticamento di cuore e polmoni. Questi ultimi hanno difficoltà ad espandersi e, quindi, rendono più difficile la respirazione durante le ore di sonno. Per questo motivo molte persone soffrono di apnea notturna. In conclusione, la perdita di grasso sulla pancia comporta: un calo dell’infiammazione e della resistenza all’insulina; un miglioramento del metabolismo; perdita di peso; una riduzione della possibilità di aumentare ulteriormente di peso.