Dermatite atopica, cause e cure adeguate

Dermatite atopica cause

Dermatite atopica, cause e cure adeguate per affrontare questa fastidiosa condizione.

La dermatite atopica è una condizione molto fastidiosa e le cui cause sono note solo da pochi anni. Questa forma di dermatite è caratterizzata da pelle secca ed irritata, forte prurito e successivo ispessimento della zona interessata. Di solito, la dermatite atopica colpisce i neonati ed i bambini, interessa le guance e le giunture delle braccia e delle gambe, e si presenta ad episodi, con intensità e durata variabili.

– Cause

In passato, questa condizione era conosciuta come una “neurodermatite”, una dermatite causata dal sistema nervoso e dalla condizione psicologica del paziente. Successivamente, invece, si è scoperto che le persone colpite da questa condizione presentano una pelle molto sensibile e delicata e che produce meno idratante naturale e protettivo rispetto alle altre.
Le persone con una pelle così vulnerabile, sono più soggette ad irritazioni causate da agenti diversi, come acqua, sapone, sudore, alcune sostanze chimiche o esposizione al freddo o al sole, e sono più predisposte alle infezioni cutanee da batteri (come lo stafilococco aureo) o ai virus (come le verruche virali). Tuttavia, alcuni pazienti presentano un peggioramento durante i periodi di forte stress emotivo. Inoltre, questa condizione si può ereditare ed è legata ad altre malattie, come l’asma bronchiale e la rinite allergica.

– Cura e prevenzione

Poiché i fattori e le cause che possono provocare ed aggravare la dermatite atopica sono vari, è importante evitare, per quanto possibile, il contatto con tutte le sostanze irritanti e prevenire le epidemie. Per tale motivo, si consiglia di utilizzare dei sostituti del sapone, evitare la lana, fare docce brevi con acqua calda e mantenere la pelle ben idratata con creme profumate. Se le lesioni persistono, bisogna andare da uno specialista in malattie della pelle ed evitare l’automedicazione e l’uso indiscriminato dei prodotti a base di cortisonici.