Consigli per una corretta sicurezza alimentare

Molte persone si pongono il problema di individuare la dieta più sana, ma non tutti prestano attenzione alla loro sicurezza alimentare. Attualmente la collettività si divide per decidere se seguire una dieta vegetariana o vegana, basata sui cibi biologici o trasformati, coltivati localmente o provenienti da zone lontane. Altri semplicemente preferiscono seguire una dieta bilanciata, che permette loro di ricevere tutti i nutrienti di cui il loro organismo ha bisogno. In realtà, non importa che tipo di dieta si segue, ma occorre piuttosto preoccuparsi della propria sicurezza alimentare.

Purtroppo, come gli alimenti arrivino nelle case dei consumatori e come siano stati trattati durante il trasporto spesso non è possibile saperlo. L’unica cosa che si può fare, indipendentemente da dove viene acquistato il cibo, è mantenere quest’ultimo sicuro fino a quanto non verrà consumato.

Di seguito vengono riportati alcuni consigli attraverso i quali garantire la sicurezza alimentare degli alimenti acquistati:

  • lavarsi le mani e pulire il ripiano della cucina dove verranno riposti gli alimenti; quest’ultimi sono ancora a rischio di contaminazione;
  • separare i cibi che possono essere mangiati crudi (come frutta e verdura fresca) da quelli che necessitano di cottura (come le carni); la contaminazione da contatto è molto pericolosa; può essere facilmente evitata utilizzando taglieri e utensili diversi e curando successivamente la pulizia degli stessi;
  • assicurarsi che gli alimenti, soprattutto le carni, siano completamente cotti;
  • riporre quanto prima gli alimenti deperibili in frigorifero; è importante che vengano conservati ad una temperatura adeguata, per evitare che si sviluppino batteri nocivi per la salute dell’uomo.

Si ricorda che la sicurezza alimentare è fondamentale. E’ alla base di un’alimentazione sana.