Come ridurre le borse sotto gli occhi con rimedi naturali

borse sotto gli occhiLe borse sotto gli occhi sono gonfiori che si presentano sotto le palpebre inferiori del viso. Tecnicamente, questo gonfiore periorbitale è il risultato di un accumulo di liquidi nel tessuto della pelle presente intorno agli occhi. Molte volte sono associate alle occhiaie e spesso si verificano quando il viso inizia a perdere tonicità. Tendono a svilupparle soprattutto le persone anziane, le cui palpebre sono soggette ad un graduale indebolimento. Ciò determina la formazione di rughe e di depositi di grasso sotto gli occhi. In realtà, le cause di questi gonfiori possono essere tante, tra le quali abbiamo:

  • il pianto;
  • le allergie;
  • la ritenzione di liquidi;
  • il consumo di cibi salati;
  • il consumo di alcol;
  • il fumo di sigaretta;
  • la posizione che si assume dormendo;
  • fattori ereditari;
  • alcuni tipi di malattie, tra le quali la mononucleosi, la trichinosi, l’ipotiroidismo, la malattia di Graves, la sindrome nefritica, il morbo di Chagas, la dermatite ed altre malattie infiammatorie della pelle.

Per ridurre le borse sotto gli occhi, alcune persone si sottopongono a degli interventi chirurgici che risultano, però, invasivi e piuttosto costosi. Esistono, invece, altri rimedi più semplici ed economici a cui tutti possono facilmente ricorrere:

  • dormire tenendo la testa leggermente rialzata grazie all’aiuto di un cuscino;
  • ridurre il consumo di sale e l’assunzione di alcol;
  • consultare un dermatologo per prevenire il rilassamento della pelle dovuto all’invecchiamento;
  • utilizzare un impacco freddo per migliorare la circolazione sanguigna e ridurre il gonfiore dei tessuti cutanei;
  • ridurre lo stress ricorrendo alla meditazione ed allo yoga;
  • dormire a sufficienza;
  • aumentare il consumo di frutta e verdura, ricche di antiossidanti;
  • applicare sugli occhi delle bustine di tè verde fresche, un paio di fette di cetriolo o di patata;
  • seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati;
  • assumere alimenti ricchi di vitamine A, C ed E;
  • sottoporsi a delle prove allergiche;
  • stare lontano da cosmetici, tinture per capelli e saponi aggressivi.

Se il gonfiore dovesse risultare eccessivo e persistente e dovesse essere accompagnato da dolore, prurito e arrossamento, si consiglia di consultare quanto prima il proprio medico.