Come ridurre i radicali liberi con rimedi naturali

ridurre i radicali liberi con rimedi naturaliradicali liberi  sono molecole che hanno un singolo elettrone nella loro orbita esterna. Essendo delle grandi cariche instabili, cercano avidamente altre molecole a cui rubare gli elettroni. In questo processo, chiamato “ossidazione”, la molecola derubata diventa anch’essa instabile e desiderosa di commettere lo stesso tipo di furto. Questa reazione a catena porta a generare centinaia di radicali liberi che causano diversi problemi di salute. L’organismo produce normalmente i radicali liberi quando crea energia, quando lavora i rifiuti metabolici, con le droghe e quando attaccato da virus o batteri nocivi. Purtroppo, però, queste molecole vengono generate anche da fattori esterni, come inquinanti ambientali, fumo di sigaretta, gas di scarico, pesticidi, erbicidi, ozono e radiazioni ionizzanti, metalli pesanti (mercurio, cadmio, piombo e ferro). I radicali liberi iniziano ad essere pericolosi quando la loro produzione diventa incontrollabile. Per difendersi da questo pericolo, è possibile ricorrere agli antiossidanti. Questi ultimi sono le vitamine A, vitamine Cvitamine E, i carotenoidi, tra cui il beta-carotene, ed i sali minerali, come lo zinco, il selenio, il rame ed il manganese. Questi antiossidanti sono in grado di fermare il processo generato dai radicali liberi donando loro l’elettrone di cui necessitano. Dei ricercatori hanno scoperto che circa l’80-90% dei tumori è provocato dall’ambiente e più di un terzo dalla dieta alimentare. Ulteriori indagini hanno però dimostrato che gli antiossidanti possono ridurre il rischio di cancro. Maggiore è il livello di antiossidanti presenti in una dieta, minore è il rischio di sviluppare un tumore. Studi epidemiologici hanno dimostrato l’efficacia degli antiossidanti nel combattere i tumori al polmone, alla laringe, alla vescica, all’esofago, allo stomaco, al colon, alla prostata, alla cervice, alla tiroide, alla bocca ed alla gola, le leucemie ed i linfomi. Gli antiossidanti aiutano l’organismo a proteggersi anche dall’invecchiamento, dalla malattia di Alzheimer, dai disturbi del sistema immunitario, dall’artrite, dalle complicanze diabetiche e dai problemi agli occhi, come la degenerazione maculare e la cataratta. Non bisogna ricorrere però solo agli integratori, ma è necessario seguire una dieta ricca di cereali integrali, frutta e verdura. E’ molto importante, ad esempio, consumare i pomodori, gli agrumi, il tè verde, le carote, le verdure a foglia verde, le verdure crocifere (i broccoli, i cavolini di Bruxelles, il cavolo, le rape) la senape, la lattuga, le cipolle, l’aglio, i germogli di soia e, comunque, tutta la frutta e la verdura dotate di colori forti.
Grazie agli antiossidanti, è’ possibile prevenire le malattie, invece di curarle. Anche le proantocianidine sono utili, in quanto tutelano la salute del cuore stabilizzando le pareti dei vasi sanguigni. Esse si trovano nei mirtilli, nei ribes neri, nel tè verde, nel tè nero, nel succo d’uva e nel vino. Fare regolarmente esercizio fisico e seguire una corretta dieta alimentare ed uno stile di vita sano, permettono all’organismo di rimanere in salute.