Combattere l’artrite reumatoide con una dieta ed esercizio fisico

L’artrite affligge milioni di persone in tutto il mondo, ma la si può combattere con la dieta e l’esercizio fisico. Condizioni quali l’osteoartrite, l’artrite reumatoide e la gotta possono causare dolori articolari, perdita di motilità e gonfiore, tutti sintomi che rendono difficili anche le operazioni più semplici. Recenti studi hanno dimostrato che più del 25% di coloro che soffrono di artrite è sedentario e in sovrappeso. La ricerca ha scoperto che la perdita di peso e l’esercizio fisico permettono di alleviare il dolore prodotto da questa patologia. Bastano 30 minuti di attività al giorno da fare cinque volte a settimana. L’essere attivi permette di perdere peso, migliorare la propria mobilità articolare, abbassare la pressione sanguigna e tutelare la salute del cuore. Basta camminare, nuotare, praticare acqua gym o yoga. Anche seguire una corretta dieta alimentare è utile. Gli acidi grassi omega-3 di origine marina, ad esempio, permettono di ridurre la durata della rigidità mattutina ed i dolori articolari, aumentare la forza della propria presa e diminuire l’uso di anti-infiammatori. E ‘importante sottolineare che gli integratori di olio di pesce possono interferire con la coagulazione del sangue, soprattutto se assunti insieme all’aspirina. Per questo è sempre preferibile consultarsi prima con il proprio medico. Il modo migliore per ottenere dei benefici è aumentare il consumo di pesci d’acqua fredda: tonno e salmone (sia in scatola che freschi), merluzzo, sardine, sgombri e acciughe. Altri alimenti che hanno dimostrato di possedere buone proprietà anti-infiammatorie sono la frutta e la verdura dai colori forti, come i broccoli, le bietole ed i frutti di bosco tra cui more, mirtilli e fragole. Anche la vitamina D è in grado di alleviare i sintomi dell’artrite e si può trovare nel latte fortificato, nel succo d’arancia, nei cereali, nelle uova e nei pesci d’acqua fredda.