Alcuni integratori alimentari sono etichettati illegalmente

E’ stato di recente scoperto un commercio di integratori alimentari etichettati illegalmente. Molti integratori presenti sul mercato, infatti, non sono stati sottoposti ai controlli scientifici obbligatori necessari per verificarne l’efficacia ed escluderne la pericolosità.

Una buona percentuale degli integratori acquistati on-line è stata etichettata illegalmente. Questa scoperta non riguarda soltanto gli integratori multivitaminici, gli integratori di sali minerali e quelli relativi alla perdita di peso.

Purtroppo spesso vengono messi in commercio prodotti con proprietà “miracolose”, che dovrebbero prevenire o curare malattie gravi come il diabete, il cancro, l’HIV e l’AIDS. Per la legge questo è severamente vietato in quanto la gente, con la falsa speranza di poter guarire, acquista questi prodotti spinti dalla disperazione. Il consumatore, in questo modo, non solo spreca i suoi risparmi, ma mette anche in pericolo la propria salute.

Molte persone tendono anche a sostituire la cura farmaceutica prescritta dal proprio medico con questi integratori, ma ciò può risultare molto pericoloso. Si è scoperto che le società responsabili del controllo di questi prodotti hanno spesso effettuato un lavoro superficiale, mettendo così a rischio la salute dei consumatori.

Sono in corso ulteriori indagini al riguardo, ma è chiaro che la sorveglianza sull’emissione di prodotti di questo tipo sul mercato deve essere molto più rigida, deve seguire dei criteri ben precisi grazie ai quali verificare realmente l’idoneità di questi integratori.

Si ricorda che è in gioco la salute di molte persone.