Test visivo e perimetria per l’esame del campo visivo

Test visivo

Test visivo e perimetria per effettuare l’esame del campo visivo.

– Definizione

La perimetria è un test visivo che permette di eseguire un esame del campo visivo e diagnosticare alcune condizioni. Per campo visivo si intende la porzione di spazio percepita da un occhio immobile.

– Esecuzione

Questo tipo di test risulta semplice e rapido. Per controllare il campo visivo, il medico si posizione di fronte al paziente, gli chiede di mantenere lo sguardo fisso verso il centro e, coprendo un occhio alla volta, di comunicargli fino a quando riesce a vedere gli oggetti circostanti in movimento.
L’esame del campo visivo può essere anche computerizzato. In questo caso, lo stesso test viene effettuato per mezzo di una cupola, di lampi di luce improvvisi e di un pulsante che consente al paziente di comunicare l’avvistamento dei segnali luminosi.
Il test visivo non richiede nessuna preparazione e non comporta effetti collaterali.

Diagnosi

La perimetria viene eseguita per capire se si sta o meno verificando una riduzione del campo visivo del paziente. Il modo in cui il paziente perde campo visivo aiuta il medico ad effettuare la diagnosi.

– Cause

Le cause che possono comportare una riduzione del campo visivo sono:

  • disturbi del sistema nervoso;
  • tumori; un tumore cerebrale può comprimere e/o danneggiare la zona del cervello che si occupa della visione;
  • diabete;
  • glaucoma;
  • pressione sanguigna alta;
  • degenerazione maculare;
  • sclerosi multipla;
  • glioma ottico;
  • tiroide iperattiva (ipertiroidismo);
  • disturbi della ghiandola pituitaria;
  • distacco della retina;
  • arterite temporale.

Fonte: articolo